22 aprile 2015

History & Glory - Seconda Edizione - Comunicato Stampa

Torino, Strada Settimo 223Domenica 19 aprile il CNH Industrial Village ha ospitato History & Glory, il più grande ed importante evento nazionale di veicoli storici industriali (con ingresso gratuito al pubblico) giunto ormai alla seconda edizione. La kermesse, tanto attesa dai collezionisti ed appassionati - che sono giunti oltre 6000 da tutta Italia – è stata organizzata sotto l'egida dell'ASI (Automotoclub Storico Italiano) da CNH Industrial con il supporto di HRX Event e la collaborazione delle tre più importanti associazioni di veicoli industriali d’epoca, il Circolo Italiano Camion Storici CICS, l’Associazione Trasporti Italiani d’Epoca AITE e l’Associazione Torinese Tram Storici ATTS. La giornata si è aperta sulle note dell’Inno Nazionale Italiano – che ha suscitato la commozione del pubblico, accresciuta anche dalla presenza autorevole dell’Esercito Italiano.

A far gli onori di casa e ad introdurre l’evento - improntato all’insegna della passione e del divertimento - è stato anche quest’anno Pierluigi Stella, responsabile del Village. In rappresentanza delle associazioni (già ospiti della prima edizione), sono intervenuti Roberto Sarzani, presidente della sottocommissione veicoli storici industriali dell’ASI, che nel suo breve discorso ha voluto sottolineare l’importanza dello svolgersi della manifestazione nella struttura dell’Industrial Village quale location ideale in cui far rinsaldare il collegamento tra il motorismo storico e quello moderno; Alberto Balduzzi,  consigliere e rappresentante dell’AITE; Alberto Ceresini, consigliere e rappresentante del CICS; Agostino Alberghino di HRX Event; Cristiano Politi e Carlo Marazzato, due dei più importanti collezionisti italiani di veicoli storici industriali. 

A ricreare un’atmosfera sospesa nel tempo, un parco espositivo di oltre 100 mezzi che hanno fatto la storia del veicolo industriale e militare nel corso degli ultimi cento anni - autobus, autocarri e trattori d’epoca - Tra i più ‘datati’ vanno menzionati il mitico autocarro Fiat 15 TER del 1911 in versione militare e tre stupendi esemplari di Lancia 3Ro, modelli prodotti tra il 1938 ed il 1949, che all’epoca vantavano una meccanica innovativa, ossia un motore a cinque cilindri altamente performante. Veicoli on-road di rilievo presenti: un pezzo raro, che calcò le scene del celebre film Riso Amaro con Silvana Mangano, il Fiat 666 del 1947 ed il telonato Fiat C50N del 1959, precursore dell’odierna gamma media.

Degno di lode il veicolo cassonato Bianchi, avente il telaio tubolare ed allestimento con torchio - appartenuto un tempo alla ditta F.lli Gambino di Chieri (che già nel 1903 vantava una presenza di oltre 100 dipendenti) – Tra la moltitudine di mezzi esposti, vi erano anche alcuni autobus urbani marchiati Fiat ed OM (Officine Meccaniche) risalenti agli anni ’50 e ’60, accostati ad una corriera turistica Fiat modello 682/125  - la prima corriera che nel 1955 prestò servizio nella linea Foggia-Roma per il traporto dei pellegrini nella località di Padre Pio (a bordo è stata rinvenuta ed è tuttora conservata una Gazzetta del Mezzogiorno dimenticata da un passeggero negli anni ‘50). Degni di nota, schierati innanzi all’ingresso principale del Village, di proprietà dell’Associazione Nazionale Carabinieri – gruppo automezzi storici dell’Arma, vanno menzionati i mezzi: Matta Alfaromeo del 1951 – il primo veicolo ad aver prestato servizio presso il Battaglione Nucleo Radio Mobile dei Carabinieri - ed il CL52 OM del 1952  - appartenuto al Battaglione Antisommossa per Servizio d’Ordine Pubblico (il precursore dell’IVECO WM 90, anch’esso in esposizione). La seconda edizione dell’evento ha vantato inoltre la presenza di alcuni trattori agricoli storici appartenenti alla famiglia Olivero

​Durante la giornata, nello showroom del Village, era in attivo un ciclo di conferenze intitolate “Storia e Futuro della Tecnologia nel settore industriale” a cura dell’ASI e “Storia e Gloria delle missioni di pace dell’Esercito Italiano” relazionate dal Colonnello Impellezzi e dal fotografo Alberto Alpozzi,  che per l’occasione ha esposto alcuni dei suoi capolavori fotografici. L’evento ha lasciato spazio anche ai bambini con le attività di intrattenimento a cura di ActionAid ed al folclore con la sfilata in costume storico dell’Associassion Piemontèisa. In serata vi è stata la cerimonia di assegnazione del premio “History & Glory”.  La manifestazione ha riscosso un tale successo di pubblico – 2000 persone in più rispetto alla passata edizione – da indurre gli organizzatori a pensare ancor più in grande, prevedendo la possibilità per il prossimo anno di estendere l’invito anche ai collezionisti europei.  ​


scarica la brochure